Amandaeventz - Destination Management Company
Skyline Milano

Per conoscere il vero volto della città di Milano bisognerebbe guardare al suo skyline con grattacieli sorprendenti che si ergono per centinaia di metri sulla città. In pochi anni, il volto e l’anima stessa della città sono cambiati rendendola una delle città più attrattive d’Europa.

Esploriamo insieme due delle zone più futuristiche e audaci di Milano, dove intraprendere un percorso alternativo, un itinerario di architettura o un design tour alla scoperta della contemporaneità delle nuove architetture.

Porta Nuova

Il cuore pulsante da dove si sono sviluppate le arterie della nuova Milano è Porta Nuova, un complesso che conta oltre venti edifici tra grattacieli, uffici, centri culturali e ville urbane. Il cantiere più grande d’Europa, un progetto concluso nel 2015 con un’operazione da oltre due miliardi di euro, con duemila operai al lavoro e le firme di grandi architetti.

Qui si concentrano gli edifici più moderni dello skyline milanese, caratterizzati da una notevole altezza e un forte impatto architettonico, dalla torre Unicredit, al grandioso Bosco Verticale con i suoi giardini pensili, alla splendente Torre di Diamante e alla Torre Solaria, il più alto grattacielo residenziale del Paese.

Torre Unicredit

Torre Unicredit

Progettata dall’architetto Cesar Pelli, la costruzione della torre Unicredit con i suoi 231 metri di altezza, è il ventesimo edificio più alto d’Europa e fa parte di un progetto di riqualificazione urbana tra i più importanti a livello europeo ed è interamente ecosostenibile, costruita in vetro e acciaio.

Bosco Verticale

Bosco Verticale

Il Bosco verticale, un esclusivo edificio abitativo sostenibile, è stato progettato e realizzato dall’archistar Stefano Boeri. Consiste in due torri residenziali: la Torre E, 110 metri di altezza per 24 piani, e la Torre D, 76 metri per 17 piani. La peculiarità di questi edifici è la presenza di circa 900 alberi sugli 8 900 m² di terrazze. Simbolo del progetto di riforestazione urbana della città è stato pluripremiato per la sua innovatività in tema di rigenerazione dell’ambiente e biodiversità urbana. Tra i riconoscimenti più importanti nel 2015 è stato eletto Migliore architettura del mondo.

Palazzo Lombardia

Palazzo Lombardia

La politica lombarda si decide a Palazzo Lombardia, attuale sede della Giunta Regionale. Si tratta del più alto del complesso di edifici in Piazza Città di Lombardia con i suoi 161 m. Nel 2012 è stato premiato dal Council of Tall Buildings and Urban Habitat di Chicago come miglior grattacielo in Europa, lodandone il design, la sostenibilità e l’innovazione.

Torre Solaria

Torre Solaria

La Torre Solaria di 143 m è edificio residenziale più alto d’Italia e concepito per avere la massima efficienza energetica coniugando la massima quantità di luce con la massima funzionalità.

Diamond Tower

Diamond Tower

Infine, il Diamantone o Diamond Tower è un altro grattacielo di 140 m che contribuisce a impreziosire con altezzosità lo skyline milanese.

CityLife

Un’altra zona di Milano dove la rivoluzione architettonica continua a simboleggiare il progresso inarrestabile è il distretto di CityLife con le Tre Torri.

City life

Un quartiere che ha reinterpretato lo spazio con una nuova visione ecosostenibile di armonia degli edifici residenziali, gli spazi culturali con l’ambiente circostante.

CityLife è il progetto di riqualificazione della Fiera Campionaria, a Milano nel quartiere del Portello. Un grande progetto dal forte impatto visivo di riqualificazione tra i più grandi d’Europa con un’area complessiva di intervento di 366.000 mq che hanno visto impegnati tre architetti di fama internazionale Zaha Hadid, Arata Isozaki e Daniel Libeskind nella progettazione e realizzazione di un mix bilanciato di servizi privati e pubblici tra uffici, residenze, shopping, aree verdi e spazi pubblici.

CityLife

Sul progetto Libeskind ha affermato che esso rappresenta «Milano come portale per l’Europa».

MICO

In quest’area sorge uno dei centri congressi più grandi e funzionali d’Europa, il MiCo che ospita eventi internazionali, da congressi medico scientifici a esposizioni e fiere di settore. Soggiornare a Milano coniugando la comodità della vicinanza del Centro Congressi con la scelta di uno dei quartieri più moderni di Milano è sicuramente un ottimo pregio e vantaggio per tutti i viaggiatori d’affari.

 “Milano è la città che meglio rappresenta il volto internazionale dell’Italia, paragonabile a Londra, Francoforte, Parigi. In tal senso, per noi, progettare a Milano rappresenta confrontarsi con il volto più contemporaneo d’Italia” dalla relazione dei progettisti Zaha Hadid, Arata Isozaki e Daniel Libeskind

 Le Tre Torri direzionali costituiscono il centro del Business District di CityLife.

3Torri

 

Torre Isozaki – 50 piani, 202 metri di altezza

Soprannominata Il Dritto, la Torre Isozaki o Torre Allianz per la sua destinazione ad ospitare il quartier generale della compagnia assicurativa Allianz, porta la firma di Arata Isozaki e Andrea Maffei. È l’edificio più alto non solo di Milano, ma di tutta Italia. Sulla sua cima è stata posizionata una riproduzione della Madonnina del Duomo quasi a simboleggiare la nuova cattedrale moderna della città.

Torre Hadid – 44 piani, 170 metri di altezza

In contrapposizione svetta la Torre Hadid detta “lo storto” per il suo andamento tortile. La Torre ad uffici sede del gruppo Generali Assicurazioni di Milano si fonda sui concetti di movimento e dinamismo.

 Torre Libeskind – 28 piani, 175 metri di altezza

La Torre Libeskind soprannominata “Il Curvo” sarà il quartiere generale di Pwc e vedrà il completamento dei lavori entro il 2020. La Cupola Rinascimentale è l’elemento caratterizzante a cui si ispira il concept della Torre Libeskind.

Milano ha un richiamo ineludibile per chi cerca un panorama avveniristico, ispirazione e innovazione, dove ambientare un evento all’ultimo grido che abbia una vetrina internazionale, dal lancio di un nuovo prodotto al congresso più rivoluzionario.